Seleziona una pagina

Come intervenire sul bagno di casa per renderlo più ecologico ed evitare inutili sprechi d’acqua.

I recenti avvenimenti che hanno investito il nostro pianeta hanno rese più evidenti e urgenti alcune situazioni che necessitano di interventi immediati per essere risolte. Ci riferiamo in particolare al cambiamento climatico, causato dall’inquinamento eccessivo, e all’esaurirsi progressivo delle risorse, prima fra tutti l’acqua.

Che l’acqua dolce sia un bene prezioso e fondamentale è un dato di fatto, ma forse non tutti sanno che essa non è inesauribile. Come tutte le risorse messe a nostra disposizione dal pianeta è stata usata e abusata per secoli, e ora è necessario correre ai ripari, per evitare sprechi inutili che potrebbero avere conseguenze tragiche per le future generazioni.

Ciascuno di noi, nel suo piccolo, può impegnarsi per risparmiare l’acqua dolce, indispensabile per bere, lavarsi, irrigare i campi. Non staremo qui a raccomandavi di chiudere il rubinetto quando vi lavate i denti o i capelli, di non lasciar scorrere l’acqua per tutto il tempo durante la rasatura, o di raccogliere acqua piovana (anche se per irrigare il giardino o l’orto può rivelarsi un’ottima soluzione). Questi sono accorgimenti dettati dal buonsenso, e ci auguriamo che ognuno di voi li conosca e li pratichi già.

Noi ci occupiamo di rubinetterie e sanitari, e possiamo suggerirvi come intervenire sui vostri bagni per renderli più eco-friendly. Tralaltro è prioprio il momento giusto per farlo, visto il Bonus Idrico istituito dalla Legge di Bilancio del 30 dicembre 2020, che garantisce incentivi di tutto rispetto per la sostituzione di sanitari con nuovi apparecchi a scarico ridotto e la sostituzione di rubinetteria, soffioni doccia e colonne doccia con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua.

Parlando dei rubinetti, per esempio, già il fatto di utilizzare miscelatori d’aria nei rubinetti e nelle docce è un ottimo sistema per ridurre lo spreco dell’acqua, che viene miscelata con l’aria. In questo modo il getto non perde di volume, tanto che l’utilizzatore finale non si accorge della differenza, ma la quantità di acqua erogata è inferiore. Questo sistema permette di risparmiare anche il 50% dell’acqua.

Anche il sistema a doppio pulsante nello scarico del water è ormai diffuso ovunque, ma sempre molto efficace.

Ancora, se dovete scegliere tra bagno e doccia, tenete presente che la seconda utilizza circa la metà dell’acqua necessaria per riempire la vasca. Inoltre, con le docce moderne che installiamo ogni giorno, possiamo garantirvi che non sentirete la mancanza della vasca da bagno. Tra soffioni con idromassaggio, cromotoerapia e arredi di design, la doccia può diventare un momento di autentico piacere quotidiano.

Dispositivi per rubinetti che aiutano a risparmiare acqua

Ma come si fa a risparmiare acqua con i rubinetti di casa? Basta scegliere modelli moderni e attenti a questa delicata questione. Abbiamo già accennato ai miscelatori ad aria, ma non sono i soli escamotage che potete adottare, partendo dal presupposto che la maggior parte dei rubinetti moderni hanno già incorporati dispositivi per il risparmio dell’acqua.

Riduttori di flusso

I miscelatori moderni sono spesso dotati di limitatori di flusso, piccoli dispositivi meccanici che permettono di limitare l’apertura dell’erogatore, a men oche l’utilizzatore finale no voglia farlo, naturalmente. In pratica si tratta di inibitori installati tra la chiave di chiusura e il flessibile e il rubinetto, o in alternativa all’interno della cartuccia del miscelatore. Il movimento di apertura in verticale viene frenato a meno che non si eserciti una pressione maggiore. I riduttori di flusso permettono di risparmiare anche il 50% dell’acqua, ma vanno tenuti costantemente puliti, perché favoriscono l’accumularsi del calcare.

Limitatori di portata

Per il vostro soffion della doccia potete optare invece per un limitatore di portata che, inserito tra il soffione e il tubo o il braccetto regola la velocità del flusso dell’acqua sfruttando la pressione già presente nei tubi. Anche uqesto sistema permette un risparmio d’acqua quasi della metà.

Frangigetto

Molto diffusi, forse uno dei sistemi più economici ed elementari, riducono il consumo dell’acqua anche del 70%! Sono i cosidetti ‘tappini’ collocati sulla bocca del rubinetto. Un tempo in metallo, oggi sono soprattutto in plastia o resina, più resistenti al calcare. Regolano il flusso dell’acqua in uscita mescolandola all’aria, così da non inibirne il getto, pur limitandone il volume.